Le linee guida del Ministero della Salute per tutelare la salute dei piccoli in casa

Per i più piccoli, la casa dovrebbe rappresentare un luogo sicuro, eppure non è così, anzi. Proprio all’interno dell’abitazione ogni anno avviene una lunga serie di incidenti che vedono protagonisti i bambini dai 0 ai 6 anni. Tanto da aver spinto il Ministero della Salute ad elaborare una sorta di decalogo teso ad implementare la sicurezza dei più piccoli all’interno dell mura domestiche. Andiamo a vedere quali sono le linee guida indicate all’uopo.

Il decalogo per la sicurezza dei piccoli

Il decalogo redatto dai tecnici ministeriali in pratica si suddivide in sezioni, in base all’età. Ad esempio nella fascia da zero a tre mesi occorre fare attenzione ai rischi di caduta, asfissia e ustione prendendo misure preventive come il non porre mai il bambino ad altezze elevate, da cui la caduta potrebbe essere molto pericolosa, occorre far sì che i lettini non abbiano sbarre in cui possa incastrare la testa, oltre a controllare la temperatura del bagnetto (intorno ai 37°).
Nella fascia che arriva a sei mesi, invece, occorre che i bordi del lettino impediscano al piccolo di uscire, vanno tolti dalla sua portata gli oggetti taglienti e fare attenzione ai cavi elettrici volanti, buttando quelli in pessime condizioni, onde evitare i pericoli legati all’elettricità.
La fascia sino ad un anno e mezzo comporta poi grande attenzione ad oggetti piccoli che potrebbero essere ingoiati, agli alimenti di piccole dimensioni, alla messa in sicurezza di  sostanze pericolose come detersivi, insetticidi, detergenti, farmaci o alcolici, provvedendo poi ad installare cancelletti sulle scale e a svuotare le vasche da bagno e altri contenitori che potrebbero causare l’annegamento.
Per la fascia dai due ai tre anni occorre scegliere tappeti antiscivolo, togliere tutto quello che potrebbe servire al piccolo per arrampicarsi sul davanzale della finestra o sui balconi, installare un rilevatore di fumo per evitare rischi di incendi e spiegare al bimbo che gli animali non sono giocattoli.
Infine la fascia dai quattro ai sei anni, per la quale occorre iniziare a prendere precauzioni come il non acquistare letti a castello, riporre gli apparecchi elettrici (ad esempio il trapano) una volta usati e rendere inaccessibile tutto ciò che può rappresentare un pericolo.
Naturalmente anche gli acquisti vanno fatti con il preciso intento di regalare sicurezza ai piccoli. Partendo magari da quel seggiolone che è considerato una delle maggiori cause di incidenti domestici per i piccoli utenti. Al proposito ricordiamo che per dare vita ad una scelta ottimale si può consultare un sito come seggiolonemigliore.it, ove è possibile reperire informazioni su prodotti e offerte proposti dalle case e su molto altro.